“Il manicomio è una grande cassa di risonanza

E il delirio diventa eco,

l’anonimità misura,

il manicomio è il monte Sinai,

maledetto, su cui tu ricevi

le tavole di una legge

agli uomini sconosciuta.”

 

Alda Merini, “La pazza della porta accanto”

“Baratro oscuro, deflagrazione,

scintilla che muove il passato,

caviglie che si rompono

nel correrti dietro, dolore,

tu sei la lepre viva

che le mie mani conoscono

fin dall’infanzia.”


Alda Merini, “La pazza della porta accanto”

“Soffrire è un’arte. Bisogna imparare a soffrire. E soprattutto bisogna soffrire senza redimersi.”

Alda Merini, “La pazza della porta accanto”.